fbpx
 

CHI HA INVENTATO GLI OCCHIALI?

CHI HA INVENTATO GLI OCCHIALI?

CHI DI VOI NON RIESCE A STARE SENZA OCCHIALI, ALZI LA MANO! MA CHI È L’INVENTORE E DOVE SONO STATI CREATI?

Gli occhiali sono uno strumento che oggi diamo per scontato. Ma proviamo a pensare anche solo per un attimo come ci sentiremmo se non li avessimo… semplicemente sarebbe terribile!

Le prime lenti correggevano solo la presbiopia (difficoltà a vedere da vicino), erano rotonde e venivano rifinite con una struttura in metallo che, reggendola con le mani, si appoggiava al naso. Le lenti da miopia (difficoltà a vedere da lontano) verranno introdotte nel 1550, così come i primi occhiali con stanghette che arriveranno nel 1730 grazie all’ottico inglese Edward Scarlet. In seguito furono introdotte molte altre tipologie.

Ma chi li ha inventati? Beh, l’invenzione è contesa da più parti già dal 1300.

Le pietre di lettura

Facendo qualche passo indietro, il primo a suggerire che un paio di lenti levigate potesse essere d’aiuto a chi aveva disturbi visivi fu lo studioso e astronomo arabo Ibn al-Heitam. Tuttavia, la sua idea di utilizzare parti di una sfera di vetro per l’ingrandimento ottico è stata messa in pratica solo molti anni dopo.

La “pietra da lettura” fu una vera benedizione per molti monaci anziani che soffrivano di presbiopia e migliorò notevolmente la qualità della loro vita. Ma naturalmente erano ancora molto lontane dall’essere dei veri e propri occhiali come li conosciamo oggi.

Ma quale fu il luogo di nascita degli occhiali?

In base ad alcuni affreschi ritrovati in Veneto, pare che la produzione degli occhiali avvenisse già nel 1100 nelle famose vetrerie di Murano, una piccola isoletta a nord di Venezia, considerata da molto tempo uno dei centri della lavorazione del vetro.

Le tecniche della realizzazione del vetro venivano custodite gelosamente: le formule erano tenute segrete dai mastri vetrai che avevano il divieto di lasciare l’isola.

Negli anni successivi, i cristalleri realizzarono un qualcosa di portentoso: per la prima volta riuscirono a molare due lenti convesse e a incastonarle in due cerchi di legno uniti da un segmento e un rivetto. Finalmente, era stato inventano il primo modello di occhiali! Per poter vedere meglio, chi indossava questi occhiali doveva tenere la “doppia lente” con le mani ferma davanti agli occhi.

Una vera rivoluzione

Secondo gli esperti, gli occhiali sono la quinta invenzione più importante dall’invenzione della ruota e dalla scoperta del fuoco da parte dell’uomo. Un’invenzione che tutt’oggi è considerata un momento di svolta nella storia culturale dell’umanità: improvvisamente, chi aveva qualche difetto visivo non solo aveva la possibilità di partecipare serenamente alla vita di tutti i giorni, ma anche di studiare, ampliare le proprie conoscenze e trasmetterle agli altri.

Insomma…cose che oggi diamo per scontate senza considerare che per secoli non è esistita alcuna soluzione alla sofferenza data da un difetto visivo!

Che dire…siamo nati nell’epoca giusta! 😀

 



X